Forno Iris Margherita

L’anima del Forno Iris Margherita è il nostro socio Corrado Alberti, che più di dieci anni fa ha deciso di lasciare la pianura di Gallarate e trasferirsi  in montagna sopra Luino, dove ha iniziato a produrre pane biologico.
E’ un pane prodotto con le farine macinate a pietra del Molino Sobrino, acqua purissima della fonte locale dei Sorti e nessun ingrediente conservante e usa lievito naturale di pasta madre.
Secondo Corrado l’ingrediente più importante è
“la passione delle sue scelte  e il  desiderio di offrire un alimento sano e buono per dare il là, insieme, ad una qualità di vita migliore ed un mondo con più sole.”

Per saperne di più visitate il sito del forno Iris Margherita

Nel sito si sono dimenticati di dire che il loro lavoro è segnalato nella Guida Critica Golosa di Paolo Massobrio e Marco Gatti, tra i produttori di cose buone e che trascrivo per colmare la lacuna…
L’universo del pane. Da anni Corrado Alberti semina mais di antiche varietà (Marano, Ottifile, Pignoletto), compresa una particolare cultivar ticinese da cui ricava ottima farina da polenta e, soprattutto, eccellente pane di mais. La panificazione è una autentica arte, a partire dalla scelta dell’acqua ( è quella di una fonte locale), dalla preparazione dei lieviti, fino ad arrivare alle venti varietà proposte e realizzate con le faine del Molino Sobrino di La Morra. Ecco i pani alle noci, alle uvette, alle castagne, al farro 100%, alla segale, e poi con fiche e noci, con zucca o con olio e miele. Imperdibile il pane con grano monococco in purezza, il cui procedimento prevede la preparazione di una madre a parte con il solo grano monococco integrale. Una bravura rafforzata dalla “collaborazione” con il sommo Eugenio Pol “Vulaiga” di Fobello, il re dei panificatori italiani e che ha portato l’azienda alla produzione di pane all’uvetta, con materia prima proveniente da Pantelleria, la stessa impiegata da Eugenio. Tutte le specialità sono preparate con materie prime biologiche, come i biscotti e le ciambelline, ossia tortine con le marmellate realizzate dalla moglie Piera.