Allevamento fassone piemontese

La fattoriaNella zona delle Basse Langhe abbiamo selezionato un piccolo allevamento a conduzione famigliare; due fratelli più l’anziana madre che cura la casa e prepara cibi dalle antiche ricette. E’ un allevamento di bovini di razza Piemontese, una delle razze più pregiate per la resa in carne e per il bassisimo contenuto di grasso. Sono tutto muscoli, ma il tessuto connettivo è più fine per cui la carne rimane più tenera.

La mandria è libera di pascolare nei pratiIn questa fattoria allevano circa ottanta bestie tra vacche fattrici, vitelli, vitelloni, manzi e manzette (i nomi delle varie fasi di crescita degli animali), a cui fa compagnia un simpatico e pacifico toro.

Il toro della mandriaLa razza è conosciuta anche come Fassone Piemontese per quella specie di gobba, in piemontese chiamata “fassun”, che non è altro che un eccesso di muscoli .

La razza si riconosce subito perché i tori hanno il mantello grigio chiaro con segni caratteristici dovuti ai peli neri attorno agli occhi, sul collo, sulle spalle e sulla parte frontale delle zampe. Le vacche hanno il mantello chiaro dal grigio al fromentino e i vitelli alla nascita hanno il mantello color fromentino.

In questa fattoria le vacche non vengono munte (anche se si potrebbe comunque farlo) ma si lascia che i vitelli crescano fino a svezzamento completo con il  latte materno.Il vitello si nutre dalla madre

 Gli allevatori colti ed appassionati di tutto ciò che concerne metodi di coltivazione ed allevamento completamente biologici e naturali, non si accontentano di avere le certificazioni del caso ed avere eliminato la chimica, ma si preoccupano anche di allevare le loro bestie rispettando ciò che la natura ha predisposto.

Le mucche e i vitelli vivono assieme

Contrariamente a ciò che viene fatto normalmente per fare ingrassare velocemente le bestie e cioè nutrirle con mangimi prodotti industrialmente, con farine e con trinciato di mais fermentato, ed ovviamente con foraggio essicato per evitare tutti i problemi derivanti dall’erba fresca; loro hanno deciso di crescerle con il foraggio proveniente dai loro pascoli (30 ettari) e con pochissimo mais da loro coltivato.

Il fienile della fattoria BatesorioDurante la bella stagione le bestie brucano libere nei prati e durante l’inverno hanno il fieno da loro prodotto. Sono comunque libere di uscire dalla stalla ed aggirarsi nella tenuta, tenendo conto che i bovini fino a meno quindici gradi non soffrono il freddo. Capita perciò di vedere animali sui prati coperti di neve… e la fantasia corre ai bisonti liberi nelle praterie!

 

L’allevamento è tradizionale, gli animali non sono forzati a crescere in fretta e quindi possiamo rifornirci solo quando un vitello è al peso giusto per essere macellato. Quando c’è disponibilità apriamo le prenotazioni fino a raggiungere il peso dell’animale. Si tratta di confezioni da 5 o 10 Kg. imbustate sotto vuoto che durano in frigorifero fino a tre settimane. Si possono congelare subito i tagli che prevediamo di consumare più avanti e usare subito i tagli più pregiati.

Un consiglio, quando vi segnaliamo che si aprono le prenotazioni, non aspettate perché la carne proviene dall’animale che abbiamo prenotato, non facciamo aggiunte da altre provenienze!

 

Comments are closed.